La scuola secondaria "Carducci" di Gaeta vince il Concorso Nazionale "Leonardo 500, il genio, la natura, l' acqua e il mare"

  • Stampa

Leonardo 500Con l’elaborato “Tu quoque litoribus…” la Scuola Secondaria di 1° grado “Carducci“ di Gaeta è risultata vincitrice al Concorso Nazionale “LEONARDO 500, IL GENIO, LA NATURA, L’ACQUA E IL MARE ”, indetto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con la Lega Navale Italiana. Il Dirigente Scolastico, Dott.ssa Maria Rosaria Macera, esprime grande entusiasmo per il premio vinto e sottolinea la qualità formativa dell’Istituto Comprensivo “Carducci”, frutto di un lavoro sinergico e dell’impegno dei docenti, degli alunni, del personale scolastico tutto, e delle famiglie.
L’elaborato vincitore, un plastico, realizzato da alunni della classe 3A sotto la sapiente guida del Prof. Vincenzo Vuolo, docente di Scienze Matematiche e referente del progetto, riproduce fedelmente in scala 1: 5000 la città di Gaeta, lido ameno in cui, come Virgilio recita nel libro VII, vv. 1-9 del suo poema, Enea avrebbe fatto seppellire la sua nutrice.


L’idea di progettare e realizzare una scultura della città di Gaeta nell’ambito del progetto “Leonardo 500” - afferma il Prof. Vincenzo Vuolo, geologo, ideatore e curatore dell’allestimento geologico e paleontologico del Museo Storico Naturalistico Real Ferdinando, sito nell’area protetta del Parco di Monte Orlando - nasce dalle numerose evidenze geologiche, paleontologiche e preistoriche presenti nel territorio della città. Già Leonardo, più di 500 anni fa giunse alla conclusione che i luoghi di montagna che presentano ben visibili i fossili, un tempo dovevano essere fondali marini. Pertanto il ritrovamento di “Rudiste” (bivalvi vissuti tra i 93 e i 65 Ma fa) nell’area del Parco di Monte Orlando sono la testimonianza della presenza di un antico atollo corallino di cui la città di Gaeta ne ha costituito la sua laguna più interna e di un passato ormai remoto ma non perduto nel tempo.
La premiazione ufficiale del concorso si terrà il giorno 12 aprile alle ore 10.00 presso il Miur, Sala Aldo Moro. Ritirerà il premio una delegazione della scuola.